Arrosto morto

Il nome mi ha fatto sempre sorridere ma questo arrosto l’ho sempre trovato delizioso!

Mi piace molto sia gustato caldo che in un contrasto di carne fredda e salsa calda (quindi è ottimo anche come piatto di riciclo!).

La preparazione è molto semplice.

Ciò a cui bisogna fare più attenzione sono i tempi.

A me non piacciono molto quelle ricette in cui sono indicati con precisione i tempi di cottura! I tempi sono sempre approssimativi. La cucina richiede attenzione e concentrazione. Quello che andiamo a cucinare ha determinate caratteristiche, così come i fuochi o gli strumenti che utilizziamo. Ognuno ha i suoi e in ciò sta la differenza! A tutto questo però dedicheremo un’attenzione a parte.

Nel caso del nostro arrosto,  i tempi dipendono dalla grandezza del pezzo di carne, ma si aggirano comunque intorno ad un’ora, un’ora e mezza per un chilogrammo.

INGREDIENTI

Arrosto di manzo

Rosmarino

Un paio di spicchi di aglio

Olio extravergine di oliva

Sale e pepe

Vino bianco

PROCEDIMENTO

Far rosolare a fuoco vivace la carne nell’olio (che schizzerà in migliaia di piccole goccioline su tutto il piano di cottura e dintorni!) con aglio e rosmarino. In questo modo i pori si chiudono e l’arrosto sarà più saporito.

DSC_0004

Aggiustare di sale e pepe.

Aggiungere in uguale quantità vino bianco ed acqua (circa 300ml dell’uno e dell’altra) e far continuare la cottura a fuoco basso.

Far restringere il fondo e controllare la cottura della carne, che deve rimanere morbida, ma non al sangue. Si può verificare con uno stecchino da spiedino.

A fine cottura, far riposare l’arrosto per una ventina di minuti, fuori dal suo sugo in un contenitore coperto.

Affettare sottilmente e servire.

DSC_0010

Buon appetito!

Ah, per la successiva pulizia del piano cottura è sufficiente una passata di aceto!😉

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: