Ciambella pasquale

Tempo fa, anzi, tanto tempo fa, ho insegnato per un anno in una scuola bellissima…un istituto alberghiero, in un bellissimo hotel! Quanto mi sono divertita!!!

Innanzitutto con i ragazzi, simpaticissimi e imbranatissimi, alle prese con le rigide regole di sala e di cucina, in un addestramento di tipo militare; poi con gli chef, i maitre, i barman e la cucina anni 80…

Forse la mia passione per la cucina è nata proprio lì. Tra quei fornelli, quelle pentole tirate a lucido, quei profumi e quelle risate davanti ai flambè da estintore.

Questa ricetta mi è stata data dal pasticcere dell’hotel. Negli anni, a Pasqua, l’ho riproposta sempre uguale, ma, quest’anno, mi sono concessa una piccola aggiunta che la rende più fresca: le fragole!!!

INGREDIENTI

200g di farina

100g di fecola

100g di burro

150g di zucchero

4 uova intere

1 limoncino

un pizzico di sale

una bustina di lievito per dolci

latte q. b. per ottenere un impasto morbido

cioccolato da copertura (io uso il cioccolato fondente Emilia)

fragole condite alla romana, con zucchero e limone (per 350g di fragole, il succo di 1 limone grande e 300g di zucchero), circa un’ora prima, perché si formi un delizioso sciroppo.

PROCEDIMENTO

Battere le uova intere con lo zucchero; aggiungere il burro e amalgamare bene.

Incorporare la farina, la fecola, il sale, il limoncino e il lievito.

Aggiustare la consistenza versando il latte a filo.

Versare il composto in uno stampo da ciambella opportunamente imburrato ed infarinato e cuocere in forno a 180° per 40 minuti.

DSC_0025

 

Dopo aver fatto sciogliere il cioccolato a bagnomaria, versarlo sulla ciambella fredda cercando di livellarne la superficie, in modo che si distribuisca uniformemente.

DSC_0026

Quando la copertura inizia a raffreddarsi, la ciambella può essere trasferita su un piatto da portata e attendere pazientemente il giorno seguente per essere consumata.

DSC_0029

A questo punto inizia il bello!

Si può decidere di decorare la ciambella con panna montata e porre al centro un ovetto di Pasqua oppure, come ho fatto io quest’anno, porzionare e servire ogni fetta imbevuta dello sciroppo dolciastro delle fragole, accompagnata…da fragole e panna !

 

 

Deliziosa!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: